Home EuropaIslanda il ghiacciaio Mýrdalsjökull (e il Sólheimajökull)

il ghiacciaio Mýrdalsjökull (e il Sólheimajökull)

il ghiacciaio principale dell'Islanda sud occidentale

by MG Uberti
Published: Updated:
il ghiacciaio Mýrdalsjökull

Il Mýrdalsjökull è un ghiacciaio di circa 600 km2 a nord ovest di Vik e a est del ghiacciaio più piccolo Eyjafjallajökull. La cosa interessante è che sotto la sua calotta di ghiaccio riposa il vulcano quiescente Katla (da non confondere con l’Hekla) che ha una caldera dal diametro di circa 10 km e che negli ultimi secoli ha eruttato costantemente con intervalli tra i 20 e gli 80 anni. Visto che l’ultima eruzione fu nel 1918 attualmente è costantemente monitorato.

 

il Sólheimajökull

Come detto prima il Mýrdalsjökull è enorme, e ovviamente le parti interne sono difficilmente raggiungibili. Anzi diciamo proprio che per un turista normale le parti interne del Mýrdalsjökull sono proprio off limits.
La parte visitabile di questo ghiacciaio è il Sólheimajökull, che sostanzialmente è la propaggine meridionale del ghiacciaio principale: è stata scelta perché sufficientemente scenografica e ragionevolmente raggiungibile.

Questo video mostra la parte del Sólheimajökull che solitamente si visita:

 

Ovviamente l’esperienza è molto diversa a seconda della stagione.

 

escursioni organizzate

Come puoi apprezzare dal video anche il Sólheimajökull (che spesso viene comunque indicato come Mýrdalsjökull ) è molto bello, ma come per ogni ghiacciaio islandese avventurarsi da soli è assolutamente sconsigliato: potenzialmente è molto pericoloso, si rischia facilmente la morte per caduta in un crepaccio se non ci si rende conto di dove si deve camminare.
Anche se sono tutte molto costose l’unico modo consigliato per visitare il ghiacciaio è aggregarsi ad un’escursione organizzata. Se sei interessato ti conviene sicuramente prenotare online tramite i siti specializzati:

Si, sono costose, ma è l’unico modo. E GetYourGuide è un sito affidabile: in particolare puoi facilmente prenotare online anche all’ultimo momento (inutile spendere tutti questi soldi se il tempo non è buono), e puoi fidarti delle recensioni dei tanti altri turisti che hanno già fatto queste escursioni. Io consiglio sempre e solo di prenotare escursioni che abbiano già tante recensioni positive.
Ovviamente ti devi leggere bene anche i dettagli organizzativi: dove ti vengono a prendere, quanto dura, cosa comprende, cosa esclude, ecc. E ovviamente devi arrivare preparato e ben attrezzato, sia come giacche a vento che come scarpe. Chiedi agli organizzatori dell’escursione che scegli.

 

arrivare da soli al parcheggio

Prima ho detto che non bisogna assolutamente avventurarsi da soli SUL ghiacciaio, ma questo non significa che non si possa tranquillamente arrivare da soli DAVANTI al ghiacciaio: dalla Ring Road basta prendere la strada 221 (te la trovi sulla sinistra se vieni da Reykjavik) verso il parcheggio “Sólheimajökull glacier parking lot”:

La strada 221 fino al parcheggio è asfaltata (vedere questa mappa di Vegasja), c’è solo un ultimo tratto sterrato. Se ingrandisci bene la mappa la vedi.

Da lì puoi avere una vista sulle estreme propaggini meridionali del ghiacciaio. Ma non cadere nella tentazione di avventurarti da solo sui ghiacci pensando “Ma si, dai, non sembra difficile!”. Non lo fare: è potenzialmente pericoloso.

Da questa webcam puoi controllare la situazione attuale.

 

Per i luoghi di interesse nei dintorni vai alla sezione sull’Islanda sud occidentale.

Per altri consigli utili su come organizzare il viaggio ti rimando alla mia guida di viaggio in Islanda:

In particolare ti consiglio di leggere con attenzione:

 

Photocredit immagine di copertina: Senad Dzinic Dzine

altri buoni consigli per i tuoi viaggi

Leave a Comment

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui il sito può guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La commissione non incide sul costo totale, quindi usare questi link a te non costa nulla e ripaga il servizio e i consigli sui viaggi che questo sito offre gratuitamente.

 

Io non mi vedo come un travel blogger: sono un ingegnere, e mi piace risolvere problemi. In questo mio sito sintetizzo la mia solida esperienza di viaggio rispondendo a domande e dubbi comuni che avrei anche io nella preparazione delle mie vacanze.
Questo ti offro: consigli dettagliati e onesti, che ti fanno risparmiare tempo e soldi nell’organizzazione dei tuoi viaggi.

i più letti

guide utili