Home EuropaIslanda il Circolo d’Oro in Islanda

il Circolo d’Oro in Islanda

by MG Uberti
le 3 attrazioni del Circolo d'Oro in Islanda: cascata Gullfoss, Geysir, Thingvellir

Il viaggio in Islanda solitamente comincia uscendo da Reykjavik e dirigendosi verso le tre attrazioni del cosiddetto Circolo d’Oro: il parco nazionale di Thingvellir, il geyser di Geysir e la cascata Gullfoss.

E’ molto interessante perché a poca distanza dalla capitale è possibile visitare una selezione significativa delle attrazioni offerte dall’Islanda, e volendo si può anche vedere tutto in giornata (se ad esempio si sosta a Reykjavik per uno stopover verso gli Stati Uniti).

Io consiglio ovviamente di noleggiare un’auto per muoversi più comodamente.

 

le 3 attrazioni

Le mie guide approfondite alle tre attrazioni del Circolo d’Oro:

 

il parco nazionale di Thingvellir

La prima tappa è sempre il parco nazionale di Thingvellir (Þingvellir) è un sito interessante sia dal punto di vista storico-culturale che da quello naturalistico: qui si riuniva l’Althing (l’antico parlamento islandese) e in questa valle è chiaramente visibile la spaccatura tra le placche continentali (ci si può anche immergere nel lago vicino e nuotare nella faglia, o almeno fare snorkeling).

Thingvellir Islanda

Però questa è una visita che va preparata: se uno prima non si legge le storie e le leggende ambientate in questo luogo altamente simbolico per gli islandesi alla fine non si gode la tappa. Per questo nel mio articolo riporto molte storie e leggende su Thingvellir. E soprattutto sfato falsi miti e confuto notizie sbagliate che spesso si trovano su internet.

 

il geyser di Geysir

In questa zona geotermica si trova Geysir: il geyser più anticamente conosciuto, tanto che ha dato il nome a tutta la categoria. Anzi i geyser in realtà sono due: il principale è Geysir, che al momento erutta i suoi getti raramente e in modo imprevedibile, ma nelle vicinanze c’è il “fratello minore” Strokkur che erutta regolarmente ogni 5-10 minuti colonne d’acqua sui 20 metri.

 

la cascata Gullfoss

Una delle cascate più belle d’Islanda è la Gullfoss nel Circolo d’Oro, quindi anche la più vicina a Reykjavik tra le varie cascate islandesi. Si getta con un doppio salto in un canyon abbastanza stretto e l’effetto nelle belle giornate di sole è davvero notevole.

 

mappa e consigli

Anche se viene chiamato “Circolo” in realtà le 3 attrazioni sono sostanzialmente allineate:

Il percorso totale è di circa 120 km e soste a parte si arriva alla Gullfoss in meno di 2 ore: quindi circa 3 ore e mezza andata e ritorno solo di strada, senza contare il tempo necessario alle soste per visitare le attrazioni.

Facendo i conti per vedere bene tutto serve dunque almeno tutto un pomeriggio di una giornata estiva con molte ore di luce. E non sta scritto da nessuna parte che bisogna partire e ritornare a Reykjavik: io di solito consiglio di dedicare il meno tempo possibile alla capitale islandese.

Se arrivi all’aeroporto di Keflavik all’ora di pranzo può essere un possibile programma per il primo giorno: se non hai molto tempo a disposizione è una buona idea per ottimizzare i tempi.

 

il Circolo d’Oro in inverno

Il Circolo d’Oro un giro semplice e interessante, che si può fare anche in inverno:

 

Come ripeto ovunque nella mia guida di viaggio in Islanda io consiglio di pianificare il viaggio nella bella stagione, per poter avere più ore di luce a disposizione e sperare di trovare un clima migliore (che in Islanda è freddo piovoso e ventoso anche in estate).

 

Per i luoghi di interesse nei dintorni vai alla sezione sull’Islanda sud occidentale.

Per altri consigli utili su come organizzare il viaggio ti rimando alla mia guida di viaggio in Islanda:

In particolare ti consiglio di leggere con attenzione:

altri buoni consigli per i tuoi viaggi

Leave a Comment

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui il sito può guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La commissione non incide sul costo totale, quindi usare questi link a te non costa nulla e ripaga il servizio e i consigli sui viaggi che questo sito offre gratuitamente.

 

Io non mi vedo come un travel blogger: sono un ingegnere, e mi piace risolvere problemi. In questo mio sito sintetizzo la mia solida esperienza di viaggio rispondendo a domande e dubbi comuni che avrei anche io nella preparazione delle mie vacanze.
Questo ti offro: consigli dettagliati e onesti, che ti fanno risparmiare tempo e soldi nell’organizzazione dei tuoi viaggi.

i più letti

guide utili