Home accessori fotocamere bridge superzoom per fotografare in viaggio

fotocamere bridge superzoom per fotografare in viaggio

by Valerio M.
Published: Last Updated on
fotocamere bridge per viaggiare

In questa pagina riporto riflessioni e consigli per valutare l’utilizzo delle fotocamere bridge superzoom in viaggio: definizione, a cosa servono, esempi, che caratteristiche devono avere, consigli, le migliori fotocamere bridge attuali da comprare nuove, le migliori bridge del passato da cercare usate.

Tutta questa analisi è sostanzialmente per rispondere alla domanda: le bridge superzoom sono buone macchine per fotografare in viaggio? E poi di conseguenza: quando conviene usarle? Quali sono le migliori? Le risposte a queste domande sono nel paragrafo i miei consigli sulle bridge.

Sommario:

definizioni e caratteristiche base

a cosa servono (quando usarle) ed esempi

caratteristiche tecniche da considerare

i miei consigli e guida alla scelta

le migliori fotocamere bridge nuove (2023)

le migliori vecchie bridge usate

 

Tutte queste considerazioni derivano dalla mia esperienza personale: nel corso degli anni ho sempre avuto qualche macchina fotografica bridge, solitamente comprata usata, e ne ho testato sul campo l’utilizzo in viaggio. Ad esempio la foto di copertina l’ho scattata io e ritrae una Lumix FZ200 e una Nikon P520 che possedevo qualche tempo fa.

 

definizioni e caratteristiche

Cominciamo col capire cosa si intende con fotocamera “bridge”: le bridge sono macchine fotografiche con caratteristiche tali da poter essere considerate una via di mezzo tra le piccole compatte e le classiche macchine fotografiche reflex. E il nome viene proprio dal loro essere una soluzione intermedia tra reflex e compatte: “bridge” in inglese significa “ponte”, in questo caso inteso come elemento di connessione.

Poi l’aggettivo “superzoom” indica quelle fotocamere bridge caratterizzate da un obiettivo con uno zoom molto esteso, quindi un obiettivo in grado di “ingrandire” parecchio soggetti molto distanti senza doversi avvicinare fisicamente. E proprio questa è la caratteristica che rende queste macchine particolarmente interessanti per alcuni tipi di viaggi.

In parole povere ma comprensibili: una bridge è una macchina fotografica che ha la forma esteriore simile a quella di una reflex, ma dimensioni molto più compatte, è molto più leggera, ha un unico obiettivo incorporato (quindi non ha lenti intercambiabili) e solitamente l’obiettivo è caratterizzato da uno zoom potente, che solitamente va dal grandangolare al teleobiettivo spinto. Rispetto alle reflex hanno meno funzioni e settaggi, quindi sono più facili da usare.

Poi tra loro ovviamente si distinguono per qualità costruttiva, funzioni, dimensioni del sensore (più è grande meglio è), qualità delle ottiche, e di conseguenza per il prezzo.

 

a cosa servono ed esempi

Oltre a dimensioni compatte, leggerezza e facilità d’uso, il grande punto di forza delle migliori fotocamere bridge è ovviamente l’obiettivo zoom, che in alcuni tipi di viaggio risulta essere molto utile, anzi fondamentale.

In che tipi di viaggi conviene avere delle fotocamere bridge superzoom?

Ovviamente in tutti quei viaggi in cui i soggetti sono distanti.
I due esempi principali di “soggetti a distanza” in viaggio sono: animali e opere d’arte.

Ad esempio una foto del genere la fai solo con una bridge superzoom:

tigre

photocredit: Thelucky1602

E non è necessario andare in un safari in Africa per avere occasione di scattare foto del genere: basta una normalissima gita allo zoo. E in particolare per aver bisogno di una bridge superzoom non è necessario che il soggetto sia un pericoloso felino da cui tenersi alla larga, basta un qualsiasi animale timido che scappa se ti avvicini.

L’altro esempio classico sono i dettagli delle opere d’arte, o i particolari architettonici di una qualsiasi città interessante. Ad esempio se vai a piazza San Pietro a Roma un dettaglio della faccia di San Pietro lo ottieni solo con una superzoom:

zoom faccia San Pietro

Dalla mia esperienza di viaggio in una qualsiasi città d’arte italiana, o anche europea, avere con se una buona bridge superzoom è praticamente d’obbligo: senza ti perdi tantissimi particolari interessanti. E per “ti perdi” non intendo solo come foto: un superzoom ti aiuta proprio a vedere ed apprezzare tanti particolari che ad occhio nudo non vedresti.

Poi se hai in programma un viaggio in una città d’arte di particolare importanza (tipo Roma, Firenze, Venezia, capitali europee, ecc.) vale la pena di programmare l’acquisto di una buona bridge superzoom proprio per l’occasione. Tanto da italiano avrai comunque modo di usarla tante altre volte nel nostro splendido Bel Paese.

 

caratteristiche tecniche importanti

Bene, vogliamo comprare una fotocamera bridge superzoom: ma quale?
Prima di pensare a quale modello è meglio capire quali caratteristiche tecniche importanti deve avere: poi si potrà scegliere uno tra i vari modelli disponibili con le caratteristiche che servono a noi, in funzione del budget che abbiamo a disposizione.

In ordine di importanza secondo me le caratteristiche da avere sono:

  • lunghezza focale dello zoom (espressa in mm relativi al formato 35mm)
    Che deve partire da un grandangolo per arrivare ad un buon obiettivo.
    Suggerisco di puntare ad un 24-400mm o più
    ATTENZIONE: secondo me sono inutili anche i mega zoom da 2000mm
    Meglio una buona ottica, anche se l’escursione non arriva a 2000mm
    (che poi è difficile da tenere ferma e scattare foto nitide)
  • qualità delle ottiche
    Avere una bridge cinese con un obiettivo 18-2000mm di pessima qualità è inutile.
    E’ importante che le ottiche siano di buona fattura
    (ad esempio Zeiss, o che la marca della fotocamera sia Sony, Nikon, ecc.)
    e che abbiano una buona apertura focale (a partire da f2.4).
    Se poi l’obiettivo è anche stabilizzato meglio ancora.
  • dimensione del sensore
    Le migliori hanno un sensore da 1″, ma sono costose.
    Diciamo che molto dipende dal budget a disposizione.

In ogni caso deve essere compatta e leggera.

Meglio se di marca: Nikon, Sony, Lumix sono le migliori.

Meglio se con lo schermo ruotabile, touch, con connessioni wireless.

Rimane il dubbio di quale scegliere. Come. Dove comprarla …

 

i miei consigli: guida alla scelta

Va bene, arriviamo al dunque: quale scegliere?

A differenza di molti altri siti che cominciano ad elencare i modelli migliori lodandone le caratteristiche, e glissando sempre sul prezzo, io sono molto più pratico: ovviamente dipende essenzialmente dal budget a disposizione.
Inutile parlare delle Sony RX10 (da non confondere con le Sony RX100, che sono ottime, ma tutto un altro tipo di macchina fotografica) ultimo modello, che costano sui 1500€, quando il budget a disposizione è 2-300€ massimo.

Anzi io sinceramente consiglio un buon usato: io le mie bridge le ho sempre comprate usate, e mi sono trovato sempre benissimo. Vedi paragrafo in fondo.

Il punto è questo: se sei ricco (diciamo se non hai problemi di budget) puoi andare direttamente sulle Sony RX10 ultimo modello, o magari su una buona Sony Cyber-shot RX10 III, che è ancora un’ottima macchina, ma se stai leggendo questa guida probabilmente sei un fotoamatore che non sfrutterebbe nemmeno tutte le potenzialità di macchine fotografiche come quelle, quindi spendere tutti quei soldi potrebbe essere pure inutile.

Se devi comprare la tua prima bridge superzoom consiglio di cominciare con una buona usata di qualche anno fa: secondo me la Nikon P610 è un’ottima scelta per iniziare, altrimenti una Nikon P520 o una Lumix FZ200. Per un fotoamatore alle prime esperienze vanno benissimo, costano relativamente poco (anche meno di 200€) e hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Altrimenti se devi scegliere una fotocamera bridge tra le offerte attuali parti dalle mie indicazioni precedenti:

  • di marca (Sony, Nikon, Lumix/Panasonic, Canon)
  • compatta e leggera
  • obiettivo almeno 24-400mm
  • meglio se stabilizzato e f2.8

Poi ben venga uno schermo ruotabile, touch, con connessioni wireless, e altro.

Dove comprare?

Il nuovo su Amazon (vedi le offerte attuali sulle fotocamere bridge superzoom),
o nei soliti store di elettronica.

Per l’usato consiglio eBay.it o ReBuy.it

 

migliori bridge nuove attuali (2023)

guida in preparazione

iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle nuove pubblicazioni

 

Una buona fotocamera di qualche anno

 

migliori bridge usate

Secondo me le occasioni migliori sono i modelli di qualche anno fa che si trovano facilmente sul mercato dell’usato. E i più gettonati sono quelli indicati già prima:

 

Nikon P610

Ormai vecchia, ma sempre ottima macchina fotografica: io ce l’ho avuta tempo fa e ne sono rimasto sempre molto soddisfatto. Certo non ha le funzionalità delle nuove, e non ha la qualità delle ultime Sony RX10, ma adesso usata costa quasi un decimo.

Nikon P610

 

Il grande punto di forza della Nikon P610 è il rapporto qualità/prezzo: a 200€ o meno ti porti a casa una macchina ancora valida, con un eccezionale zoom 60x, equivalente a 24-1440mm nel formato 35mm, e lo schermo posteriore snodabile (ma non touch). Compatta, leggera, facile da usare con i tanti programmi pre-impostati.

Questa foto della luna l’ho fatta con la mia Nikon P610:

luna

Ho dovuto ridurre moltissimo le dimensioni della foto per non appesantire la pagina, ma alla risoluzione originale fa un buon effetto. E comunque questa è la luna: tu ci fotograferai qualcosa di immensamente più vicino.

Io qualche anno fa la trovai su ReBuy a 160€ con 36 mesi di garanzia
Cercala su eBay

Se non trovi la Nikon P610 puoi anche andare sulla P520

Invece sconsiglio le Nikon serie “B”, tipo la Coolpix B500, a meno di non trovarla a prezzi stracciati

 

Lumix DC-FZ82 (e simili)

La FZ82 è il modello più diffuso delle bridge Lumix Panasonic, e nonostante sia un modello uscito nel 2017 secondo me può ancora andar bene per chi vuole cominciare, soprattutto se trovata usata a buon prezzo. Si trova ancora nuova su Amazon, ma io consiglio di prenderla usata su eBay, o meglio ancora in un negozio di usato fotografico della tua città (se i prezzi sono ragionevoli è sempre meglio comprare da un negozio locale, dove si può tornare in caso di problemi).

Lumix FZ82

Il punto di forza è lo zoom 60x, equivalente a 20-1200mm, stabilizzato. Sensore da 18 MegaPixel e possibilità di realizzare video 4K, il tutto in dimensioni contenute e in 610 grammi di peso. Non eccelsa, ma buona per cominciare.

 

Prossimamente pubblicherò altri paragrafi dedicati alle bridge, e diversi altre pagine di fotografia in viaggio: iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle nuove pubblicazioni.

 

Comincia il viaggio dalla Homepage

 

altri buoni consigli per i tuoi viaggi

Leave a Comment

Le pagine di questo sito contengono link di affiliazione da cui il sito può guadagnare una commissione se tu li usi per accedere ai siti da cui comprare servizi di viaggio. La commissione non incide sul costo totale, quindi usare questi link a te non costa nulla e ripaga il servizio e i consigli sui viaggi che questo sito offre gratuitamente.

 

Io non mi vedo come un travel blogger: sono un ingegnere, e mi piace risolvere problemi. In questo mio sito sintetizzo la mia solida esperienza di viaggio rispondendo a domande e dubbi comuni che avrei anche io nella preparazione delle mie vacanze.
Questo ti offro: consigli dettagliati e onesti, che ti fanno risparmiare tempo e soldi nell’organizzazione dei tuoi viaggi.

i più letti

guide utili